Presa

Il PROGETTO LIFE + MANEV

Valutazione e gestione delle tecnologie di trattamento dei reflui zootecnici per la tutela ambientale e la sostenibilità della zootecnia in Europa: MANEV.

Manev è un progetto europeo di dimostrazione su larga scala, nell'ambito del programma LIFE + Politica e governance ambientali, il cui obiettivo principale è quello di migliorare la protezione dell'ambiente e la sostenibilità degli allevamenti intensivi. Promuovere l'utilizzo di tecnologie di trattamento nelle diverse aree sature o con eccedenze nella produzione di reflui zootecnici in tutta Europa.

Il progetto si compone di 8 partner. Verranno valutate 13 tecnologie di trattamento e sistemi di gestione degli effluenti di allevamento, che si trovano in 8 regioni con allevamenti di suini intensivi appartenenti a 4 paesi europei, nel progetto verrà stabilito un protocollo comune di monitoraggio e valutazione. I risultati di ogni valutazione possono essere tradotti in unità di CO2 equivalente in modo da definire il loro contributo alla lotta contro il cambiamento climatico.

Con i risultati ottenuti da queste valutazioni sarà possibile sviluppare uno strumento di supporto alle decisioni che permetta di valutare le soluzioni da adottare nelle diverse realtà locali. I confronti saranno di tipo tecnologico e ambientale, ma anche sociale, economico, per ogni area di studio.

In questo modo, l'Europa potrà fornire uno strumento comune di valutazione per le diverse tecnologie a beneficio sia del settore agricolo (ricerca per la tecnologia ottimale), sia dell'amministrazione del territorio (controllo ambientale e la promozione dell'uso di tecnologie).

DURATA: 48 mesi (gennaio 2011 - dicembre 2014)

BILANCIO del PROGETTO:

  • Totale: 4.165.832 €
  • Cofinanziamento europeo: 2.076.153 €

Protocollo comune

Protocollo comune

Durante il primo anno del programma LIFE + Manev svilupperà un protocollo per il monitoraggio e la valutazione dei diversi sistemi di gestione e trattamento degli effluenti.

Sarà utilizzata la metodologia di Analisi del Ciclo di Vita, integrata nello strumento informatico, per valutare le differenze di impatto ambientale che si riscontrano tra la gestione attuale e quella delle possibili alternative.

Al fine di confrontare tutti i risultati in ognuno degli scenari stabilirà una singola unità funzionale (es. m3 di liquami, kg di carne, ...).

Fasi della definizione del protocollo:

  1. 1. L'identificazione e la standardizzazione dei criteri di valutazione in modo da stabilire una base comune per il protocollo di valutazione.
  2. 2. Identificazione e standardizzazione di indicatori attraverso i quali si stabiliscono i criteri sopra specificati.
  3. 3. Definire i parametri fisici e chimici da monitorare, le metodologie di campionamento e i punti di campionamento in ciascuna delle strategie e dei trattamenti, con l'obiettivo di ottenere risultati coerenti e comparabili.

Il monitoraggio ambientale sarà condotto in ciascuna delle fasi di lavoro per valutare direttamente le conseguenze di attuare nuovi sistemi di gestione per quanto riguarda le emissioni di gas, qualità dell'acqua, qualità del suolo e altri indicatori comuni .

L'analisi del ciclo di vita fornirà risultati misurabili e comparabili e si applicherà un'analisi di sensibilità per ridurre l'incertezza degli stessi.